CFP Iconocrazia 11/2017 – L’immagine di Europa

di:

Nel TLP, Ludwig Wittgenstein suggerisce che la mente umana lavora attraverso immagini: “noi ci facciamo immagini dei fatti” (TLP 2.1). Se questo, come siamo portati a credere, è vero, la nostra mente ha bisogno, per intendere l’insieme di stati di cose che è il mondo, di lavorare su immagini mentali. In altre parole, il modo in cui ci facciamo immagini dei fatti condiziona il giudizio che noi operiamo sul mondo. Questa premessa teoretica ci serve per chiarire che un giudizio sull’Europa, vero oggetto del presente CFP, non può che basarsi sull’immagine mentale che noi di quest’Europa ci siamo fatti. Molto è ...

Editoriale: Ritorno al Conflitto


Il mercato libero, la concertazione, l’Unione Europea, la rete, il bene comune, la grande coalizione, le larghe intese, il partito della nazione. Lo scenario politico post-democratico è affollato di immagini ecumeniche, rassicuranti, concilianti. Il centro della scena è occupato dal perseguimento dell’interesse generale, meta raggiungibile attraverso la realizzazione di misure motivate dalla razionalità tecnica e blindate dall’emergenza. L’integrazione è un dovere, il dissenso critico una malattia gravata dal sospetto del sabotaggio che il sistema deve guarire con l’assimilazione o l’annichilazione. Nelle società occidentali del benessere che assistono attonite alla contrazione di redditi e diritti, il conflitto fa paura. Ritornare nel mare aperto della storia, guardare ...

Penser la barbarie européenne


La barbarie n'est pas seulement un élément qui accompagne la civilisation, elle en fait partie intégrante. La civilisation produit de la barbarie, particulièrement de la conquête et de la domination. La conquête romaine, par exemple, fut une des plus barbares de toute l'Antiquité : sac de Corinthe en Grèce, siège de Numance en Espagne, anéantissement de Carthage, etc. Pourtant la culture grecque s'est infiltrée à l'intérieur du monde romain devenu empire. D'où la parole fameuse du poète latin : « La Grèce vaincue a vaincu son farouche vainqueur. » La barbarie a ainsi produit de la civilisation. La conquête barbare des ...

L’immaginario e il politico. Sociologia della cultura elettronica e dell’estetica contemporanea


Per tutti questi anni, pensò il dottor Superb, abbiamo adorato un fantoccio. Un essere inerte e privo di vita. Philip K. Dick, I simulacri   Tecnica, magia e religione erano in principio intrecciate in un nodo indissolubile, cosicché il più alto grado di esperienza mistica corrispondeva naturalmente al livello più fine di agire tecnologico e di arte occulta. Il totemismo, pratica di religione tribale tramite la quale un gruppo, per mezzo di una frizione estatica, entra in congiunzione con la divinità e la natura che lo circonda, rappresenta la figura emblematica della coincidenza tra i tre fattori. Il processo di civilizzazione ha inferto ...

In questo numero



L’Europe est sans pourquoi


Introduction C’est la légende grecque qu’a choisie la communauté européenne pour illustrer les faces des derniers billets émis de l’Euro. C’est  l’histoire du maître des dieux descendant de son Olympe et ...

La colonizzazione dello sguardo. L’Europa si guarda da Oriente


C'è uno spazio ristretto, alle origini della modernità, entro il quale la cultura europea, la sua "coscienza" intellettuale, appare investita da un repentino cambiamento, Si tratta di quegli anni cruciali ...

“Mappamundi Europae”. Geo-politica illustrata d’Europa


Introduzione L’ipotesi che intendiamo proporre in questo breve saggio è che l’immagine cartografica del continente europeo abbia subito profonde modificazioni nel corso del tempo. Queste modificazioni altro non sarebbero che il ...

Impero delle norme, debitocrazia, democrazia dei comuni. Immagini d’Europa nell’opera di Pierre Dardot e Christian Laval


Nel primo paragrafo di questo testo viene analizzato il modo in cui Pierre Dardot e Christian Laval ricostruiscono la genealogia dell’Europa neoliberale e il ruolo dell’ordoliberalismo nell’affermazione di quella che ...

Il ratto d’Europa. Riletture e spoliazioni di un mito di fondazione


Non è raro che la rappresentazione titolistica dell’Europa contemporanea, quale risultante di un tormentato processo di integrazione fra stati nazionali, si serva della suggestione ossimorica o, comunque, di un accostamento ...

Neopropaganda: identità europee, colonialismi, nazionalismi


La rappresentazione artistica del potere non è di certo una novità: la storia umana è stata sempre accompagnata da forme ritualistiche e/o artistiche atte a celebrare e consolidare il potere ...

L’Europa e il nazismo. La banalità (e l’invisibilità) del male


"L’inferno dei viventi … è già qui. L'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: ...

Europa di quarzo. L’immagine di Europa fra decoro e security state


All’indomani della peste nera, in risposta all’aumento del costo del lavoro e del crollo del canone feudale, ogni paese europeo cominciò a condannare la pigrizia e a perseguitare i vagabondi, l’accattonaggio ...

Unione Europea: re-branding post Brexit


All'indomani del 23 giugno 2016, nelle Tv di tutto il mondo sono stati gli sguardi smarriti dei ventenni inglesi e le loro dichiarazioni piene di rabbia a dare un'idea compiuta ...

Una cultura musicale elettronica per l’Europa: Berlino, la caduta del Muro e la creazione del technorizoma


Con la caduta del Muro di Berlino, avvenuta durante la notte tra il 9 e il 10 novembre del 1989, non crollò solamente la barriera architettonica che per quasi un ...

L’immaginario europeo del cinema (1990-2016) 


Inizio e fine dell’Europa Dal 1989 al 1991, nel momento in cui si sta per costruire l’Unione europea, viene meno l’Europa della cortina di ferro con la caduta del Muro ...