Le democrazie balcaniche in transizione


È opinione comune tra i politologi, che la crisi di sistema che caratterizza gran parte delle sovranità occidentali, si configuri come una crisi della democrazia. Proprio per questo motivo si comincia a rivedere le teorie che fino ad ora hanno dettato le condizioni tassonomiche relative ai requisiti minimi con cui misurare non solo l’esistenza di una forma di governo autenticamente democratico, ma anche il suo livello qualitativo. Tuttavia, ci sembra inutile, in questa sede, enumerare la varietà di approcci al problema della misurazione dello stato di salute delle democrazie occidentali, più utile sembra, semmai, indagare sui processi di formazione delle ...

CFP Iconocrazia 11/2017 – L’immagine di Europa

di:

Nel TLP, Ludwig Wittgenstein suggerisce che la mente umana lavora attraverso immagini: “noi ci facciamo immagini dei fatti” (TLP 2.1). Se questo, come siamo portati a credere, è vero, la nostra mente ha bisogno, per intendere l’insieme di stati di cose che è il mondo, di lavorare su immagini mentali. In altre parole, il modo in cui ci facciamo immagini dei fatti condiziona il giudizio che noi operiamo sul mondo. Questa premessa teoretica ci serve per chiarire che un giudizio sull’Europa, vero oggetto del presente CFP, non può che basarsi sull’immagine mentale che noi di quest’Europa ci siamo fatti. Molto è ...

Editoriale: Ritorno al Conflitto


Il mercato libero, la concertazione, l’Unione Europea, la rete, il bene comune, la grande coalizione, le larghe intese, il partito della nazione. Lo scenario politico post-democratico è affollato di immagini ecumeniche, rassicuranti, concilianti. Il centro della scena è occupato dal perseguimento dell’interesse generale, meta raggiungibile attraverso la realizzazione di misure motivate dalla razionalità tecnica e blindate dall’emergenza. L’integrazione è un dovere, il dissenso critico una malattia gravata dal sospetto del sabotaggio che il sistema deve guarire con l’assimilazione o l’annichilazione. Nelle società occidentali del benessere che assistono attonite alla contrazione di redditi e diritti, il conflitto fa paura. Ritornare nel mare aperto della storia, guardare ...

Penser la barbarie européenne


La barbarie n'est pas seulement un élément qui accompagne la civilisation, elle en fait partie intégrante. La civilisation produit de la barbarie, particulièrement de la conquête et de la domination. La conquête romaine, par exemple, fut une des plus barbares de toute l'Antiquité : sac de Corinthe en Grèce, siège de Numance en Espagne, anéantissement de Carthage, etc. Pourtant la culture grecque s'est infiltrée à l'intérieur du monde romain devenu empire. D'où la parole fameuse du poète latin : « La Grèce vaincue a vaincu son farouche vainqueur. » La barbarie a ainsi produit de la civilisation. La conquête barbare des ...

L’immaginario e il politico. Sociologia della cultura elettronica e dell’estetica contemporanea


Per tutti questi anni, pensò il dottor Superb, abbiamo adorato un fantoccio. Un essere inerte e privo di vita. Philip K. Dick, I simulacri   Tecnica, magia e religione erano in principio intrecciate in un nodo indissolubile, cosicché il più alto grado di esperienza mistica corrispondeva naturalmente al livello più fine di agire tecnologico e di arte occulta. Il totemismo, pratica di religione tribale tramite la quale un gruppo, per mezzo di una frizione estatica, entra in congiunzione con la divinità e la natura che lo circonda, rappresenta la figura emblematica della coincidenza tra i tre fattori. Il processo di civilizzazione ha inferto ...

In questo numero



Western Balkan Countries in Transition. EU Democracy Promotion in Croatia.


Introduction   The EU democracy promotion in Central and Eastern Europe represents a success story in the EU’s foreign policy history since European rules, values and norms have been successfully exported. A ...

Una transizione perenne. Il lento cammino della Serbia verso la democrazia.


“La crisi consiste nel fatto che il vecchio muore e il nuovo non può nascere: in questo interregno si verificano i fenomeni morbosi più svariati” (Gramsci, 1930, Q3, p. 311). ...

La transizione albanese


Il crollo del sistema dittatoriale comunista nell’est Europa ha avuto le sue inevitabili ripercussioni anche in Albania; tanto che nel maggio del 1990 il presidente Alia prometteva importanti riforme giudiziarie, ...

La democrazia montenegrina in transizione


Introduzione La secessione del Montenegro dalla Federazione con la Serbia fu accettata in modo più o meno naturale, sebbene i membri del governo Serbo, ivi compreso lo stesso Koštunica, abbiano definito ...

La transizione democratica in Romania


Scrivere del passaggio della società romena post-comunista significa soprattutto scrivere del passaggio verso la modernizzazione di un paese rimasto per troppo tempo indietro rispetto all’evoluzione delle grandi democrazie europee. Vuol ...